VICENZA 0444 545509 ∙ PARMA 0521 236426 ∙ ROMA 06 86213428edber@studiober.com
image-700pix-2

Tommaso Squillante, Otite Media Essudativa, problemi respiratori e nel sonno, Apnee

Tommaso, è nato il 29/02/2012, e dall’età di due anni e mezzo ha sofferto di continue flogosi catarrali alle alte vie respiratorie. Puntualmente dovevamo ricorrere all’uso di antibiotici, cortisonici, estenuanti pulizie nasali, nonché rassegnarci a prolungate assenze dall’asilo. All’età di tre anni(febbraio 2015),sopraggiunse una bronchite asmatica , con la comparsa di e muco nell’orecchio. Da qui è iniziata la nostra” odissea”, e  la corsa spasmodica alla ricerca del miglior otorino.

Ne abbiamo girati tanti: il primo otorino(marzo 2015)ci parlò di adenoidi di quarto stadio, con necessità di ridimensionamento delle tonsille, drenaggio timpanico e palato deformato. Si parlò di intervento chirurgico da fare verso i tre anni e mezzo, e che solo attraverso la chirurgia si sarebbero risolti tutti i problemi. Nel frattempo, Tommaso, era sempre stanco, si affaticava con estrema facilità, inoltre, non dormiva tranquillo: agitazione notturna, russamento, e soprattutto apnee notturne. La notte, quindi, il sonno erano diventati il nostro peggior nemico. Non dormiva lui e non dormivamo noi.

Presi dallo sconforto e dalla paura volemmo consultare un altro otorino. Prendemmo appuntamento con il primario del Santo Bono di Napoli che dopo una lunga attesa e una superficiale visita ci confermo’ la diagnosi di adenoidi di quarto stadio e conseguente intervento chirurgico. Tempi di attesa più o meno sei mesi, solo se fossero aumentate le apnee bisognava ricontattarlo ed intervenire prima.

Non essendo rimasti soddisfatti decidemmo di sentire un altro parere. A settembre 2015, Tommaso fu visitato all’Ospedale Pediatrico “Bambin Gesù” di Roma – Palidoro , dove gli fu riscontrato, attraverso esame rinoscopico, adenoidi occludenti 80% \90%.  Ci fu detto di fare un tentativo terapeutico: cortisone per tre mesi.  A gennaio 2016, durante la visita di controllo, si decise però per l’intervento chirurgico, essendo le adenoidi rimaste occludenti. Ci mettemmo in lista d’attesa e ci fu detto che l’intervento si sarebbe effettuato più o meno nel mese di giugno 2016.

Io e mio marito, a questo punto, ci eravamo convinti che Tommaso solo con la chirurgia avrebbe iniziato a respirare bene e ad avere una vita normale.

Comunque, Il 17 febbraio 2016, portammo Tommaso dal Dottore Polcino a Benevento. Quest’ultimo è  il nostro pediatra di fiducia e almeno una volta all’anno ci rechiamo da Salerno a Benevento per far fare un check up completo al nostro piccolino. Durante la visita con lo stimatissimo dottor Polcino parlammo del programmato intervento di  adenoidectomia. La valutazione del pediatra fu completamente opposta a quella di tutti gli otorini consultati: anzi, parlò di palato ogivale e morso aperto con secondario “naso stretto”, retrognazia  , malposizione linguale : da ciò dipendevano le apnee. La manovra di Rosenthal  rilevò infatti ‘Buon possesso di respirazione nasale’. Ci consigliò una valutazione ortodontica e ci disse di contattare il dottor Bernkopf, il più adatto, a suo parere, e in grado di poter risolvere questo problema.                     Contattammo il dottor Bernkopf sul cellulare e il 19 febbraio eravamo a Roma nel suo studio. Appena vide Tommaso e la sua bocca ci disse” è uno dei nostri !”.

Dopo un lungo ed esaustivo colloquio decidemmo di affidarci a questo ortodontista. Furono prese le impronte a Tommaso, e dopo poco tempo gli fu messo un apparecchio. Tra incredulità, stupore e meraviglia Tommy lo ha accettato benissimo , ma sopratutto sono sparite le apnee:  anzi, la notte non sentirlo russare ci sembrava e ci sembra così strano da metterci in apprensione. La sua respirazione è migliorata tantissimo, non è più affaticato perché finalmente  la notte dorme e soprattutto respira con il naso. Inoltre, Tommy non si ammala più frequentemente,  non utilizziamo più antibiotici a iosa, cortisonici ed altro e soprattutto fino ad oggi non è stato operato di adenoidi!!!

Grazie dottor Bernkopf per l’ amore e la passione con cui svolge questo lavoro, grazie per averci dimostrato che non sempre la chirurgia e’ l’unica via percorribile, grazie per averci fatto capire che iniziare questo percorso da piccoli significa avere una crescita migliore e un Ben-Essere da grandi.  Un ringraziamento anche al Dr. Polcino di Benevento , il cui consiglio è valso quanto il trattamento, perché senza quel consiglio non avremmo trovato la soluzione.

Grazie a tutto lo staff del Dr. Bernkopf, che con pazienza, professionalità e dolcezza si prende cura del nostro cucciolo ogni volta che veniamo a controllo.

Confermo che la relazione sopra riportata descrive esattamente la  storia clinica di mio figlio Tommaso, e ne autorizzo la pubblicazione , in testo e in immagini, a fini divulgativi e scientifici anche via internet, in deroga consapevole alle disposizioni vigenti in tema di privacy.

Tiziana Verderosa,    mamma di Tommaso Squillante  , Via Vincenzo Alfano 45, 84085 Mercato San Severino (SA) ,  cell. 338 3494415  e-mail. vincenzosquillante@virgilio.it

Author Info

Giorgio Ceolato