fbpx
VICENZA 0444 545509 ∙ PARMA 0521 236426 ∙ ROMA 06 86213428edber@studiober.com

La Parotite, o Parotidite, Ricorrente è caratterizzata da episodi di rigonfiamento della ghiandola Parotide, a volte accompagnati da dolore, secrezione purulenta, febbre e malessere. Riguarda prevalentemente l’età pediatrica, ma può interessare anche l’adulto . Le cause rimangono sconosciute: nessuna fra quelle può a tutt’oggi essere considerata esaustiva del problema patogenetico. E’ probabile che nei casi con infezione i microrganismi provengano per via retrograda dala bocca. Come tutte le patologie ricorrenti, è probabile che trovi un’indispensabile e determinante elemento patogenetico nel “terreno”, cioè nel paziente piuttosto che nell’agente eziologico. Il “terreno” potrebbe esser costituito da una struttura sfavorevole, che in questo caso é costituita dall’ipertono del massetere legato alla sfavorevole occlusione dentaria sia decidua che permanente, sia individuata da riabilitazioni protesiche. La Parotide sbocca nel vestibolo della bocca all’altezza del primo/secondo molare con un dotto (il dotto di Stesone) che nel suo decordo entra in intimo rapporto con il muscolo massetere. Il massetere lo può comprimere eccessivamente, causando ristagno salivare e il gonfiore .

La Parotide ha una struttura lobulare , simile ad un grappolo d’uva , per cui l’interessamento può essere anche parziale e dar luogo a gonfiore in zone diverse (vedansi fig. 1-2-3), a seconda di dove si è verificata (o si verifica periodicamente l’ostruzione.

Fig. 1Fig. 2 

 

Fig.3 Fig. 1-2-3-4: diverse zone anatomiche interessate dalla Parotite Cronica o Ricorrente

Fig. 4-5-6Fig. 4 Parotite cronica insorta da 4 mesi. Era già stato programmato intervento chirurgico, ma il paziente ha chiesto di essere dimesso con firma , contro il parere dei medici.

Fig. 5: a una settimana di trattamento occlusale: netta riduzione del gonfiore

Fig. 6 a un mese di trattamento occlusale. Guarigione senza ricadute.

Fig.7-8 Fig. 7: malocclusione                                                                    Fig. 8 Dopo trattamento ortodontico (18 mesi).

N.B.: la risoluzione del quadro parotideo si è avuta fin dal primo mese di trattamento gnatologico mirato.

Il ristagno favorisce l’infezione e a volte la formazione dei calcoli . Queste, però, sono entrambe complicanze e non la vera patologia: infatti ricorrono nonostante le terapie. (esattamente come  nell’Otite Media acuta Ricorrente OMAR  la vera patologia non é l’infezione ma la stenosi tubarica). La terapia con Placca di riposizionamento mandibolare é semplice e rapidamente risolutiva se il caso é ben inquadrato. Modificando la pastura della mandibola, l’impiego della Placca favorisce il rilassamento del Massetere e di conseguenza il ripristino del normale flusso salivare. Può essere invece tristissima se il caso non viene compreso e il danno tissutale si ripropone troppe volte: nell’adulto prima o poi si va alla parotidectomia, oltretutto con grave rischio di lesione del facciale.

Vai ai casi significativi:

http://www.studiober.com/category/parotite/

Vai all’articolo su Medicitalia (logo):

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-calcoli-salivari-colpa-denti.html

 

Per saperne di più:

Bernkopf E. Colleselli P. Broia V De Benedictis F.M.:Is recurrent parotitis in childhood still an enigma? a pilot experience. Acta Paediatrica 2008 97, pp. 478–482  Impact Factor: 1.297

Bernkopf E. Broia V. Approccio gnatologico all’ipertrofia massetero parotidea. Attualità Dentale, n. 12, Anno 1997, 268-76.

  1. Bernkopf, G.C. De Vincentiis. Parotite (o Parotidite) Ricorrente Giovanile e Malocclusione Dentaria. Medico e Bambino pagine elettroniche 2008; 11(9)