fbpx
VICENZA 0444 545509 ∙ PARMA 0521 236426 ∙ ROMA 06 86213428edber@studiober.com

Rinosinusite

Nella patogenesi delle Rinosinusite croniche é da tutti accettato il ruolo dei “disturbi di ventilazione“. Questi sono quasi sempre attribuiti ad aspetti anatomici sfavorevoli (deviazione del setto , in particolare), e si trascura l’ipotesi puramente disfunzionale, cioè la presenza di uno schema respiratorio orale anziché nasale. In pratica lo schema interpretativo abituale é: il naso é chiuso, quindi il paziente é costretto alla respirazione orale. La terapia che ne risulta logicamente indicata è rivolta ad aumentare la pervietà nasale, sia per via medica (mucolitici, cortisonici, ecc.) che chirurgica (adenoidectomia, setto plastica).

Esiste però un’altra possibilità, e cioè che il paziente abbia acquisito primariamente per vari motivi uno schema respiratorio orale. In pratica, specie quando dorme, ma anche durante il giorno, è possibile che si sia abituato per vari motivi a tenere la bocca aperta, ma non perché il naso é chiuso. A questo punto l’aria inspirata, potendo scegliere due vie di ingresso, per un principio di meccanica dei fluidi preferisce il transito a minori resistenze, cioè quello attraverso a bocca. Questo, oltre a facilitare con il salto dei filtri nasali varie patologie della gola, esclude la ventilazione nasale, e configura il “disturbo di ventilazione” da tutti accettato come importante elemento patogenetico delle Rinosinusite croniche. In questi casi, quindi, il naso si ammala secondariamente alla respirazione orale, perché a causa di quest’ultima non viene ventilato. Il paziente, in pratica non tiene la bocca aperta perché ha il naso chiuso, ma gli si chiude spesso il naso perché tiene la bocca aperta. Poiché il mantenimento dello schema respiratorio orale può essere facilitato anche dalla mal occlusione dentaria, il ruolo del dentista può rivelarsi molto utile a rompere il circolo vizioso e a ripristinare lo schema respiratorio nasale

Vai ai Casi significativi:

– Malattie respiratorie, Otiti, adenotonsiliti ricorrenti, tosse, anosmia: Alberto Baldassin

– Otiti, Rinosinusiti, Russare notturno: Anna Pedrocchi

Per saperne di più:

47) Bernkopf E. Ossido Nitrico e schema respiratorio abituale. European Respiratory News 12:41-51, 2004

49) Bernkopf E. Macrì F. “Malocclusione dentale, respirazione orale e Tosse Cronica” Il Medico Pediatra N° 5 – 2005, 125-37