VICENZA 0444 545509 ∙ PARMA 0521 236426 ∙ ROMA 06 86213428edber@studiober.com

Sindrome di Down: Federico

“RISULTATI OTTIMI”

dai genitori di FEDERICO (sindrome di Down, 14 anni)
“Un bambino (ora ragazzo) Down e uno Studio Medico Dentistico : si potrebbe sintetizzare in queste poche parole il lungo lavoro del dotI. Edoardo Bernkopf e della sua équipe su nostro figlio Federico. Federico è nato nell’autunno 1995 e da persona Down ha mostrato molte di quelle patologie caratteristiche di questa sindrome, anche se fortunatamente in maniera non grave. Nello specifico, il palato stretto di forma ogivale e l’ipotonia muscolare di base già preannunciavano futuri problemi di dentizione (malocclusioni) e di pastura linguale. La lingua tende infatti, a causa del poco spazio al l’interno della cavità orale ed al ridotto tono dei muscoli mandiboiari, a fuoruscire parzialmente. Oltre a problemi di.Jonazione, una cavità orale sempre parzialmente aperta, genera un tipo di respiro innaturale e vizioso, che porta spesso a raffreddori e mal di gola, dal momento che l’aria inspirata non passa per il naso, ove normalmente viene umidificata e riscaldata. Il primo obiettivo è stato quindi la postura della lingua: per questo Federico ha portato una speciale placca, detta di Casti llo-Morales, messa a punto dal Dottor Bernkopf unitamente alla dr.ssa Bertarini. Ha cominciato all ‘età di 1 anno circa, fino a quasi 9 anni. Tale placca, che veniva cambiata periodicamente in funzione dell’accrescimento di Federico, è caratterizzata da una sorta di ‘protuberanza’ che impedisce fisicamente alla lingua di estromettere. Federico, con grande pazienza e senza mai lamentarsi, la teneva per quasi 24 ore al giorno, escluso il momento dei pasti e qualche ora a scuola. Se infatti da un lato la placca è un grande aiuto, è tuttavia un ostacolo al la fonazione e quindi alla frequenza della scuola materna, ma ancor di più alla frequenza della scuola elementare Si rendeva quindi ogni tanto necessario toglierla. Terrninato il lavoro sulla pastura linguale, si è passati ad una serie di apparecchi (sia mobili che fissi) aventi lo scopo primario di allargare la volta palatina e di fare spazio alla dentizione definitiva. Federico mostrava intanto un ricambio assai lento ed irregolare di dentizione, come del resto spesso si riscontra in queste persone. A questi apparecchi sono poi succedute le bande metalliche, coadiuvate dall’inserimento di appositi elastici, che hanno raddrizzato i denti ormai scesi a sostituire i precedenti da latte. Queste bande sono state tolte nel maggio 2009 e hanno lasciato il posto ad un posizionatore in materiale morbido da portarsi almeno durante il riposo notturno, atto a mantenere in posizione corretta e definitiva i denti. I risultati, dopo quasi tredici anni, si possono considerare senz’altro ottimi: oltre ad aver completamente risolto i problemi della lingua (a tutto vantaggio della fonazione e dell’estetica e con diminuzione delle malattie da raffreddamento), in entrambe le arcate i denti appaiono perfettamente allineati… per un sorriso a tutto campo ed in grado di garantire una masticazione ottimale. Un sincero grazie quindi al dr. Edoardo, alla fig lia dr.ssa Giulia ed a tutto lo staff, a cominciare dalla signora Marò per la sua simpatia e all’Assistente tecnico per la sua professionalità: per quanto di loro competenza, sono sicuramente riusciti nel difficile compito di risolvere alcuni dei problemi di Federico che altrimenti non avrebbero probabilmente trovato soluzione. Un complimento anche a nostro figlio Federico che ha sopportato sempre di buon grado tutto quello che gli è stato richiesto in questi lunghi anni.

Franco e Daniela Bettini, genitori di Federico.
Email: frabettini@tiscali.it

 

Author Info